Avvisi

Bonus gas

images1ECCO COSA FARE
Al via le procedure per richiedere il ''BONUS GAS'' che permetterà alle famiglie a basso reddito di ottenere sconti sulla bolletta del gas. 

 

Che cos’è il Bonus sulla bolletta del gas
E' una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia, con la collaborazione dei Comuni.

Il bonus vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell'abitazione di residenza, è cumulabile con il bonus elettrico ed ha una validità retroattiva al 1 gennaio 2009, per le domande presentate entro il 30 aprile 2010.

Le domande presentate successivamente non consentiranno di beneficiare del bonus retroattivamente per l’anno 2009, ma daranno diritto al bonus per i successivi 12 mesi.


Chi ha diritto al Bonus Gas
Il bonus può essere richiesto da tutti i clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto (clienti domestici diretti) sia ai clienti che utilizzano un impianto condominiale (clienti domestici indiretti), se in presenza di un indicatore ISEE:

· non superiore a 7.500 euro,

· non superiore a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico).

Nel caso di clienti domestici indiretti il richiedente non deve essere necessariamente l'intestatario della fornitura centralizzata. Il titolare del contratto della fornitura centralizzata può essere una persona fisica o anche una persona giuridica (il condominio).

Attestazione ISEE
In linea generale, l’ attestazione ISEE deve essere in corso di validità al momento della presentazione dell'istanza, indipendentemente dall'anno di riferimento dei redditi del dichiarante. Pertanto, dal momento che una attestazione ISEE ha validità 12 mesi, è rilevante la data di emissione dell'attestazione piuttosto che l'anno di riferimento del redditi.
Presentando una attestazione ISEE in corso di validità si ottiene il bonus per un periodo di 12 mesi e, se la richiesta è effettuata entro il 30 aprile 2010, si ha diritto anche al bonus retroattivo per l'anno 2009.
Per le richieste di bonus effettuate entro il 30 aprile 2010 è possibile presentare un'attestazione ISEE già scaduta, con data di emissione nell'anno 2008 o 2009. In questo caso però si avrà diritto solamente al bonus retroattivo per l'anno 2009.

Quanto vale il Bonus Gas
Il bonus è determinato ogni anno dall'Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte). Il valore del bonus sarà differenziato:

  •  per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme);
  • per numero di persone residenti nella stessa abitazione;
  • per zona climatica di residenza (in modo da tenere conto delle specifiche esigenze di riscaldamento delle diverse località);

Ad esempio, per l'anno 2009, il bonus può variare:

  • da un minimo di 25 euro ad un massimo di 160 euro per le famiglie con meno di 4 componenti;
  • da un minimo di 40 euro ad un massimo di 230 euro per le famiglie con più di 4 componenti.

Come richiedere il Bonus Gas
Per fare domanda occorre compilare gli appositi moduli e consegnarli al proprio Comune di residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune (es. i Centri di Assistenza Fiscale CAF). I moduli sono reperibili sul sito dell'Autorità e presso i Comuni. Non è ammesso fare richiesta di bonus senza utilizzare l'apposita modulistica.

Ogni nucleo familiare può richiedere un solo Bonus.

A quanto ammonta il Bonus Gas
Gli importi previsti per l'anno 2009 sono differenziati rispetto alla categoria d'uso associata alla fornitura di gas, alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero di componenti della famiglia anagrafica (persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi la medesima residenza).
Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall'Autorità entro il 31 dicembre dell'anno precedente.

Il Comune di Castel Frentano appartiene alla zona climatica D.

Ammontare della compensazione per i clienti domestici (€/anno per punto di riconsegna)

Zona climatica (*)

 

A/B

C

D

E

F

 

Famiglie fino a 4 componenti

 

AC

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura

25

25

25

25

25

 

R

Riscaldamento

35

50

75

100

135

 

ACR

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento

60

75

100

125

160

 

Famiglie oltre 4 componenti

 

AC

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura

40

40

40

40

40

 

R

Riscaldamento

45

70

105

140

190

 

ACR

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento

85

110

145

180

230

(*) Le zone climatiche associate a ciascun Comune sono riportate nel D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 come successivamente modificato e integrato.

Come scegliere la modulistica da compilare
Il cliente domestico diretto che richiede il bonus con esclusivo riferimento ad una fornitura individuale a lui intestata deve utilizzare il modulo A GAS;
Il cliente domestico diretto che richiede il bonus con riferimento, oltre che alla fornitura individuale a lui intestata, anche ad un impianto condominiale, deve utilizzare il modulo B GAS;
Il cliente domestico indiretto che richiede il bonus con esclusivo riferimento ad un impianto condominiale deve utilizzare il modulo C GAS.

Da chi va compilato il modulo F GAS
Il modulo va compilato dai clienti domestici che compilano il modulo A_GAS o B GAS o D_GAS, e che presentano domanda di bonus entro il 30 aprile 2010, nel caso in cui vogliano indicare un soggetto diverso dal beneficiario del bonus come soggetto delegato ad incassare il bonifico domiciliato erogato da Poste Italiane relativo alla quota parte retroattiva del bonus.
I clienti domestici indiretti, vale a dire i soggetti che fanno istanza di bonus utilizzando il modulo C GAS, non devono compilare il modulo F GAS in quanto le informazioni relative al delegato sono già richieste nel modulo C GAS.

Per quanto tempo viene riconosciuto il Bonus Gas
La compensazione è riconosciuta per 12 mesi a decorrere dal primo giorno del secondo mese successivo dall'inserimento dell'istanza nel sistema informatico del Comune, come attestato dalla ricevuta fornita dal Comune stesso; al termine di tale periodo, per ottenere un nuovo bonus, il cittadino dovrà rinnovare la richiesta di ammissione, ciò al fine di tener conto delle eventuali variazioni intervenute con riferimento al nucleo familiare, al suo reddito e alle caratteristiche della fornitura.

La richiesta di rinnovo del bonus gas dovrà essere presentata ogni 12 mesi, entro due mesi dalla scadenza.

Come verificare se la domanda è stata accettata
Per verificare se la propria richiesta di Bonus è stata accettata, il cittadino può:

  1. recarsi presso l'Ente in cui ha presentato la richiesta (il Comune di residenza; il CAF; la Comunità Montana; ecc.), esibendo la ricevuta rilasciata dall'operatore alla consegna della domanda;
  2. controllare direttamente la bolletta nella quale sono evidenziati sia l'avvenuta ammissione alla compensazione, sia il dettaglio dell'importo relativo all'applicazione del bonus.
  3. verificare lo status della propria pratica, via internet, sul sito www.bonusenergia.anci.it, cliccare su "Accesso al Sistema" a destra dello schermo e inserire le proprie ID Utente e Password, rilasciate con la ricevuta dell'istanza;
  4. chiamare il numero verde 800.166.654 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 18) e fornire il codice fiscale e il numero identificativo dell'istanza.

Modalità di corresponsione del Bonus
Nella bolletta verrà inserito un messaggio nel quale si comunica all'utente l'avvenuta ammissione alla compensazione. In dettaglio la comunicazione riporterà la seguente dicitura "La sua fornitura è ammessa alla compensazione della spesa per la fornitura di gas naturale (cosiddetto bonus sociale gas) ai sensi del decreto-legge n. 185/08”.

L'importo relativo all'applicazione del bonus verrà indicato in una voce separata in ogni bolletta.
Chi ha un impianto di riscaldamento centralizzato-condominiale e non ha un contratto diretto, invece, potrà ritirare il bonus presso gli sportelli delle Poste Italiane che provvederanno a comunicare direttamente agli interessati la disponibilità dei bonifici.

MODULISTICA
Modulo A - Forniture individuali
Modulo B - Forniture individuali + centralizzate
Modulo C - Forniture centralizzate
Modulo D - Forniture cessate
Modulo E - Famiglia numerosa
Modulo F - Delega incasso

 

P.IVA: 00253170690
IBAN:
IT 44 Y 05387 77610 000000536558
BIC:
BPMOIT22XXX

Orari Ecosportello

RIECOSi comunica che a partite dal mese di Giugno l'apertura al pubblico dell'ecosportello si terrà ogni Giovedì (festivi esclusi) dalle ore 09:30 alle ore 12:30 presso il Palazzo Comunale in Via Eduardo Scarfoglio n° 6.

RIECO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Apertura al Pubblico

orario


Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì
dalle ore 09:00 alle ore 12:00
Martedì e Giovedì
dalle ore 16:00 alle ore 18:00

REGIONE ABRUZZO X
PROVINCIA DI CHIETI X
UNIONE DI COMUNI X
SANGRO AVENTINO X